Una giornata a Nettuno, con l’odore nell’aria del mare non lontano e gli occhi spaesati di tanti bambini. Ci accoglie Zia Paola, con la sua incrollabile gioia, ricordandoci che è la zia di bambini che vengono da lei da tutte le parti del mondo, a volte mandati dai servizi sociali, a volte dal tribunale o dalle forze dell’ordine. Più spesso portati dalle stesse madri che hanno problemi e che, temporaneamente, non hanno i mezzi per sostenere i loro piccoli. Alcuni la giudicano una folle, ma noi vediamo solamente un’anima piena di gioia e di volontà. Respiriamo il credo che la muove in tutto quello fa, e la gioia che riceve e restituisce nell’accudire e nel veder i bambini che ha aiutato a superare le loro “anoressie” dovute a maltrattamenti, o a riprendere l’ uso della parola dapprima con il cane e poi con noi adulti. Tutto questo vale molto, ma molto di più di qualsiasi ricompensa. Una giornata importante piena di amore da apprendere. 

Lascia un commento